Mettiamo l’Italia in sicurezza!

Le scosse di terremoto degli ultimi mesi in Centro Italia hanno ucciso oltre trecento persone, tra cui molti bambini.

Se è vero che non si può prevedere quando arriva un terremoto è altrettanto vero che i danni e le vittime si possono evitare, con la necessaria messa in sicurezza degli edifici, come già accade in altri Paesi a rischio sismico. 

Per questo motivo, se vogliamo che la prevenzione sia fatta davvero e con i criteri giusti, sosteniamo la richiesta dei geologi, degli ingegneri e degli architetti, con una petizione al governo. Chiediamo tre cose concrete:

  • un Piano Nazionale Straordinario di messa in sicurezza dell’Italia dal rischio idrogeologico, completando la cartografia - attualmente ferma - e verificando l’intera filiera delle costruzioni con controlli più efficaci dalla progettazione all’esecuzione;

  • il ripristino del Fascicolo del Fabbricato obbligatorio, con una classificazione sismica degli edifici e l’integrazione degli studi sulla pericolosità del territorio nei Piani Urbanistici;

  • un piano di investimento nell’educazione e nella formazione sui rischi sismici e ambientali, a partire dai più piccoli nella scuola primaria.

Nonostante le tante vite spezzate dai terremoti più recenti, a San Giuliano di Puglia, a L’Aquila e in Emilia-Romagna, le istituzioni hanno fatto poco in questi anni per una seria opera di prevenzione, informazione e controllo. 

Il fondo per la prevenzione del rischio sismico gestito dalla Protezione Civile è passato da 195 milioni di euro degli anni scorsi ai soli 44 milioni per il 2016 mentre i dipartimenti universitari di geologia rischiano di chiudere a causa della carenza di finanziamenti.

Un taglio di risorse inaccettabile per il nostro Paese, dove 24 milioni di persone e oltre 5 milioni di edifici sono esposti ad alto rischio sismico. 

Vogliamo vivere sicuri nelle nostre case e nelle nostre città, non vogliamo piangere altre vittime sotto le macerie, mai più.


L'appello degli ingegneri, degli architetti e dei geologi

 

45636 FIRME
OBIETTIVO: 60000 firme

Firma la petizione


  • ha firmato 2017-01-21 07:13:49 +0100
    Sarebbe opportuno pensare seriamente ad un piano di ricostruzione dell’intero paese .Siamo molto in ritardo e questo non fa che alimentare le nostre paure.Perchè arriviamo sempre dopo i disastri?
  • ha firmato 2017-01-21 06:54:59 +0100
  • ha firmato 2017-01-21 06:42:11 +0100
  • ha pubblicato questo su Facebook 2017-01-21 06:24:34 +0100
    .@graziano_delrio Vogliamo la messa in sicurezza dell'Italia #maipiù vittime #terremoto Firma
  • ha firmato 2017-01-21 06:24:16 +0100
  • ha firmato 2017-01-21 04:37:52 +0100
    Renato Colantoni
  • ha firmato 2017-01-21 02:35:07 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 23:21:15 +0100
    E’ indispensabile provvedere all’UNICA GRANDE OPERA indispensabile: METTERE IN SICUREZZA tutto il territorio italiano per assicurare la prevenzione di questi disastri, resi ancor più catastrofici dall’incuria e dal malaffare
  • ha firmato 2017-01-20 23:17:06 +0100
    Maurizio Gessate
  • ha firmato 2017-01-20 23:02:42 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 22:44:52 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 21:33:36 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 21:14:45 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 20:50:23 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 20:33:56 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 20:26:28 +0100
    Paolo Attanasio
  • ha firmato 2017-01-20 19:55:34 +0100
    e’ ora di finirla con la cialtroneria di chi governa
  • ha firmato 2017-01-20 19:16:19 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 19:13:26 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 18:39:58 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 18:37:40 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 18:23:23 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 18:18:20 +0100
    Bruciati miliardi e miliardi di €uro negli ultimi 30 anni per insipienza, malafede, ignoranza dei politici (anche e soprattutto locali) in merito alle reiterate segnalazioni e proposte dei Geologi: BASTA ! AGIRE !!!!!
  • ha firmato 2017-01-20 18:14:33 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 18:14:26 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 18:12:17 +0100
    pierluigi iacono
  • ha firmato 2017-01-20 17:59:20 +0100
    la prevenzione, è la cosa più importante per limitare i danni!
  • ha firmato 2017-01-20 17:55:38 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 17:51:34 +0100
  • ha firmato 2017-01-20 17:49:24 +0100