Mettiamo l’Italia in sicurezza!

Il terremoto del 24 agosto 2016 in Centro Italia ha ucciso quasi trecento persone, tra cui molti bambini. 

Se è vero che non si può prevedere quando arriva un terremoto è altrettanto vero che i danni e le vittime si possono evitare, con la necessaria messa in sicurezza degli edifici, come già accade in altri Paesi a rischio sismico. 

Per questo motivo, se vogliamo che la prevenzione sia fatta davvero e con i criteri giusti, sosteniamo la richiesta dei geologi, degli ingegneri e degli architetti, con una petizione al governo. Chiediamo tre cose concrete:

  • un Piano Nazionale Straordinario di messa in sicurezza dell’Italia dal rischio idrogeologico, completando la cartografia - attualmente ferma - e verificando l’intera filiera delle costruzioni con controlli più efficaci dalla progettazione all’esecuzione;

  • il ripristino del Fascicolo del Fabbricato obbligatorio, con una classificazione sismica degli edifici e l’integrazione degli studi sulla pericolosità del territorio nei Piani Urbanistici;

  • un piano di investimento nell’educazione e nella formazione sui rischi sismici e ambientali, a partire dai più piccoli nella scuola primaria.

Nonostante le tante vite spezzate dai terremoti più recenti, a San Giuliano di Puglia, a L’Aquila e in Emilia-Romagna, le istituzioni hanno fatto poco in questi anni per una seria opera di prevenzione, informazione e controllo. 

Il fondo per la prevenzione del rischio sismico gestito dalla Protezione Civile è passato da 195 milioni di euro degli anni scorsi ai soli 44 milioni per il 2016 mentre i dipartimenti universitari di geologia rischiano di chiudere a causa della carenza di finanziamenti.

Un taglio di risorse inaccettabile per il nostro Paese, dove 24 milioni di persone e oltre 5 milioni di edifici sono esposti ad alto rischio sismico. 

Vogliamo vivere sicuri nelle nostre case e nelle nostre città, non vogliamo piangere altre vittime sotto le macerie, mai più.


L'appello degli ingegneri, degli architetti e dei geologi

 

44316 FIRME
OBIETTIVO: 45000 firme

Firma la petizione


  • ha firmato 2016-12-03 18:12:15 +0100
    Che siano vere le considerazioni di alcuni scienziati che evidenzierebbero altre cause di instabilità, creatrice di terremoti sia nell’intensificata espansione di modello estrattivo attuale degli idrocarburi e acqua termale, sia nel ripompare all’interno dell’estrazione acqua invece di sostanze dello stesso peso -densità-coesione?
  • ha firmato 2016-12-02 09:27:49 +0100
  • ha firmato 2016-12-02 08:38:57 +0100
  • ha firmato 2016-12-02 06:32:08 +0100
  • ha firmato 2016-12-01 20:35:27 +0100
    invece di concedere terreni per costruire nuove case si deve procedere per risanare quelle che già ci sono e che sono patrimonio storico della nostra terra.

    Ci sono paesi che si stanno spopolando e dove invece potrebbero trovare una soluzione di vita tanti anziani costretti nei tuguri cittadini. I costruttori avrebbero da investire e il lavoro riprendere.. Questo è il nosro petrolio!!!!
  • ha firmato 2016-12-01 18:40:41 +0100
  • ha firmato 2016-12-01 17:49:11 +0100
  • ha firmato 2016-12-01 15:11:16 +0100
  • ha firmato 2016-12-01 14:03:32 +0100
    Siamo in forte ritardo sulla m,essa in sicurezza del patrimonio edilizio italiano. Complimenti all’iniziativa.
  • ha firmato 2016-12-01 10:34:02 +0100
    Penso che un paese che si definisce avanzato non possa fare a meno di considerare questo aspetto ( sicurezza delle abitazioni) in considerazione dell’elevato rischio sismico in cui la nostra posizione geografica ci pone.. Con il terremoto dobbiamo convivere, non è stato il primo e non sarà l’ultimo…Prepariamoci al meglio
  • ha firmato 2016-12-01 08:07:57 +0100
  • ha firmato 2016-12-01 01:39:27 +0100
  • ha firmato 2016-11-30 19:58:02 +0100
  • ha firmato 2016-11-30 18:38:01 +0100
  • ha firmato 2016-11-30 17:58:07 +0100
  • ha firmato 2016-11-30 16:09:11 +0100
  • ha firmato via 2016-11-30 12:46:05 +0100
  • ha firmato 2016-11-30 12:10:07 +0100
  • ha firmato 2016-11-30 11:58:10 +0100
  • ha pubblicato questo su Facebook 2016-11-30 11:27:00 +0100
    .@graziano_delrio Vogliamo la messa in sicurezza dell'Italia #maipiù vittime #terremoto Firma
  • @condorbox con un tweet ha inserito il link questo. 2016-11-30 11:26:58 +0100
    .@graziano_delrio Vogliamo la messa in sicurezza dell'Italia #maipiù vittime #terremoto Firma http://www.progressi.org/terremoto?recruiter_id=120801
  • ha firmato 2016-11-30 11:26:34 +0100
    Firmo ma sono consapevole che nessun piano serio di messa in sicurezza del territorio è possibile senza la sovranità monetaria. L’a UE non permetterà di spendere a deficit cifre consistenti per molti anni quali sarebbero necessarie per la sistemazione del dissesto idrogeologico .
  • ha firmato 2016-11-30 11:10:33 +0100
    Sicurezza per tutti
  • ha firmato 2016-11-30 10:15:02 +0100
  • ha firmato 2016-11-30 10:12:42 +0100
  • ha firmato 2016-11-30 10:08:57 +0100
    Facciamo in modo che tutto questo non accada mai piu
  • ha firmato 2016-11-30 08:16:53 +0100
  • ha firmato 2016-11-30 08:04:08 +0100
  • ha firmato 2016-11-30 08:00:02 +0100
    Cristina Cusi
  • ha firmato via 2016-11-30 07:49:49 +0100