L’Italia consenta una discussione democratica sul CETA

La posizione del governo italiano è determinante per la consultazione dei parlamenti europei sul CETA, l’accordo commerciale tra Canada e Unione Europea.

Il CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement), come il TTIP, fa parte di una nuova generazione di trattati economici con l’obiettivo dichiarato di aprire ulteriormente i mercati per favorire crescita e lavoro.

In realtà - come emerso da diverse inchieste - questi accordi andranno a svantaggio dei piccoli produttori, favorendo le multinazionali che potrebbero persino rivalersi sui singoli Stati in caso di nuove leggi a tutela dei lavoratori, dei consumatori e dell’ambiente. Cosa ancora più grave è che stanno avvenendo per lo più in segreto, senza la consultazione dei parlamenti.

Lo scorso luglio, la Commissione Europea ha deciso di considerare il CETA come un accordo misto. Per la sua approvazione è previsto che si esprimano favorevolmente tutti i Parlamenti degli Stati membri dell’Unione Europea.

Il governo italiano per mesi ha sostenuto la sola ratifica in sede europea ma ha dovuto riconsiderare la propria decisione e il CETA dovrà avere il consenso anche del Parlamento italiano.

Per questo chiediamo al ministro allo Sviluppo Economico e ai presidenti di Camera e Senato di avviare un dibattito trasparente in Parlamento.

Firmiamo affinché anche in Italia sia consentita la consultazione sul CETA prima di approvare accordi che incideranno sulla nostra economia, sul lavoro, sui diritti e sull'ambiente.

7885 FIRME
OBIETTIVO: 10000 firme

Firma la petizione


  • ha firmato via 2016-11-28 09:20:00 +0100
  • ha pubblicato questo su Facebook 2016-11-21 14:59:41 +0100
    L'Italia consenta la discussione del #CETA nei Parlamenti nazionali @carlocalenda #StopCETA
  • ha firmato 2016-11-21 14:58:36 +0100
    Stanno impedendo che sia discusso nel Parlamento Europeo.

    Ogni cosa per Fermarli è Utile!
  • ha firmato 2016-11-13 15:17:35 +0100
    Siete alla ricerca di prestito per sia rilanciare le vostre attività sia per la realizzazione di un progetto, sia per comperarvi un appartamento ma siete vietato bancario o la vostra cartella ad estate respinta alla banca.Sono un privato ed assegno prestiti che vanno da 2.000 a 1.500.000 € ad ogni persona capace di rispettare condizioni. Il mio tasso d’interesse è pari al 3% l’anno. Se avete necessità i denaro per altre ragioni, non esitate a me contattare per ogni informazione complementare. Personale serio ed suesto. Grazie di contattarlo per e-mail: laurenzo.pazilla@outlook.com

    Cordialmente.
  • ha firmato 2016-11-11 19:31:32 +0100
  • ha firmato 2016-11-10 10:22:44 +0100
  • ha firmato 2016-11-10 09:49:43 +0100
    Eduardo Cofrancesco
  • ha firmato 2016-11-07 09:43:18 +0100
  • ha firmato 2016-10-31 20:03:06 +0100
  • ha firmato 2016-10-30 23:25:59 +0100
  • ha firmato 2016-10-30 14:10:36 +0100
  • ha firmato 2016-10-27 10:58:05 +0200
  • ha firmato 2016-10-25 16:17:44 +0200
  • ha firmato 2016-10-25 12:41:37 +0200
    scandaloso!!
  • ha firmato 2016-10-24 20:41:11 +0200
    non sopporto gli egoisti prepotenti:: # perche’ l’uomo bianco non trova mai sazieta’ in quello che ha ??? " sociologa indigena U’ WA -di Bogota’ "#
  • ha firmato 2016-10-24 18:14:35 +0200
  • ha firmato 2016-10-24 18:01:39 +0200
  • ha firmato 2016-10-23 19:54:56 +0200
  • ha firmato 2016-10-23 15:09:48 +0200
  • ha firmato 2016-10-23 08:44:53 +0200
  • ha firmato 2016-10-21 20:21:46 +0200
  • ha firmato 2016-10-21 20:08:28 +0200
  • ha firmato 2016-10-20 10:01:14 +0200
    se davvero si pensa di fermare un pericolo così con 3 minuti di impegno per mettere una firmetta…allora è come se l’avessero già fatto
  • ha firmato 2016-10-19 17:45:51 +0200
  • ha firmato 2016-10-19 17:04:59 +0200
  • ha firmato 2016-10-19 14:31:47 +0200
  • ha firmato 2016-10-19 10:29:01 +0200
    Ci dicono che viviamo in paesi liberi, ed allora ci diano la libertà di SCEGLIERE !
  • ha firmato 2016-10-18 18:05:08 +0200
    Assolutamente condivisione di scelte troppo importanti da delegare a terzi ma necessario informare prima
  • ha firmato 2016-10-18 15:06:26 +0200
    Non posso assolutamente riconoscermi nell’attuale organizzazione europea e tanto meno in quella mondiale che sta sempre più affamando la gente. Auguro di cuore alle menti perverse che hanno studiato e stanno realizzando queste immondizie, ma soprattutto ai governanti che dovessero approvarle ogni disgrazia, avversità, sventura e male possibili.
  • ha firmato 2016-10-18 12:56:29 +0200