I sindaci dell'Europa contro il TTIP

Sindaci e consiglieri di oltre 40 città europee si sono incontrati a Barcellona, il 21 aprile, per chiedere l'immediata sospensione dei negoziati commerciali tra Europa e Stati Uniti.
 
sindaci_ttip_barcellona.jpgL'Italia era rappresentata da Walter Mattiussi, consigliere del comune friulano di Mereto di Tomba, parte di un progetto di economia solidale realizzato insieme ad altri 3 comuni friulani, un esperienza in linea con la tutela delle autonomie localie e dei servizi ai cittadini che il TTIP punta a debellare. 

Al termine dell'incontro è stata prodotta la “Dichiarazione di Barcellona” nella quale gli amministratori hanno affermato:
"Noi consideriamo nostro dovere di rappresentanti eletti difendere le comunità locali e le istituzioni democratiche come spazi per il dibattito e il processo decisionale, e per rafforzare le politiche pubbliche per il bene dei nostri cittadini, proteggere l'ambiente e sostenere le PMI e l'economia locale.
Siamo profondamente preoccupati che questi trattati metteranno a rischio la nostra capacità di legiferare e di utilizzare i fondi pubblici (compresi gli appalti pubblici), danneggiando gravemente il nostro compito di aiutare le persone in questioni fondamentali quali: l'alloggio, la salute, l'ambiente, i servizi sociali, l'educazione, lo sviluppo economico locale e la sicurezza alimentare".
La Dichiarazione di Barcellona chiede la negoziazione di un nuovo mandato per TTIP e TISA che prenda in considerazione le esigenze di coloro che non sono stati consultati e invita il Parlamento europeo e i governi nazionali a non ratificare il CETA.
Parlando della dichiarazione di Barcellona, Jordi Via commissario agli Affari Sociali e alla Solidarietà dell'Economia Cooperativa del Comune di Barcellona, ha fermamente sostenuto che il TTIP è incompatibile con il tipo di economia attuato nella capitale catalana in cui stanno nascendo nuovi modelli cooperativi per un'economia plurale, necessaria per raggiungere la sostenibilità personale, sociale e ambientale. Di fronte ad una platea nutritissima di sindacalisti, consiglieri e attivisti provenienti da tutta Europa, tra cui anche la Campagna StopTTIP Italia, Martin Straker, consigliere della città di Birmingham, ha letto la dichiarazione.
"I negoziati sono un vero e proprio scandalo - ha detto Emilia Saiz, vice - direttore generale delle Città Unite e degli enti locali a Barcellona- e vanno contro l'intero principio di sussidiarietà ".
Alla chiamata spagnola l'Italia è pronta a rispondere con forza il 7 maggio a Roma nella prima manifestazione italiana StopTTIP.
TTIP stopTtip sindaci fuoriTtip

Commenta per primo

Controlla la tua email per il messaggio di conferma attivazione inviato.