Italoamericani, non votate Trump!

In English

Siamo cittadini italiani, molto preoccupati della corsa di Donald Trump alle elezioni presidenziali americane. 

La politica di isolamento che Trump persegue per gli Stati Uniti è una minaccia alle buone relazioni con l'Europa in generale e con il nostro Paese in particolare.

Basti pensare alle sue idee in tema di immigrazione. Nessuno dei nostri padri e dei nostri nonni emigrati negli Stati Uniti sarebbe entrato con un presidente simile.

L'America sarebbe meno accessibile anche per i molti italiani che oggi vanno a vivere, studiare, lavorare e investire oltreoceano. La politica protezionistica del candidato repubblicano non rischia di danneggiare solamente l'economia americana, ma anche la nostra. 

Il programma di Trump contraddice tutte le conquiste dei paesi occidentali democratici dal dopoguerra a oggi, dai progressi nei diritti umani, nell'emancipazione delle donne e nella giustizia sociale a quelli nella sostenibilità ambientale. Di questi progressi Italia e Stati uniti sono stati fieri protagonisti. 

In Italia, ad appoggiare Trump sono solamente alcuni politici di estrema destra, eredi del fascismo, xenofobi e contrari all'integrazione europea, teorici del suo stesso isolamento culturale ed economico.

Per questi motivi noi chiediamo ai discendenti italiani, sia democratici che repubblicani, di non votare per Donald Trump alle elezioni presidenziali di novembre 2016.

Se tenete all'Italia, oltre che all'America, aiutateci a mantenere i buoni rapporti che i nostri Paesi hanno costruito in oltre un secolo di storia.


Le firme saranno consegnate alle associazioni più rappresentative delle comunità di italoamericani - National Italian American Foundation (NIAF), Order Sons of Italy in America (OSIA) e National Organization of Italian American Women (NOIAW) - prima delle elezioni presidenziali di Novembre 2016. Negli Stati Uniti si contano oltre 20 milioni di discendenti italiani, pari a circa il 7 per cento della popolazione. 

 

99 FIRME
OBIETTIVO: 3000 firme

Aderisci all'appello