Che fare dopo il referendum?

palazzo-chigi.jpgDopo la vittoria del No al referendum costituzionale del 4 dicembre, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha annunciato le dimissioni. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dovrà decidere presto cosa fare per affrontare la crisi di governo. 

Abbiamo ascoltato le opinioni dei nostri sostenitori attraverso un sondaggio.

 

RISULTATI

(2400 risposte)

Che cosa dovrebbe fare il presidente della Repubblica?


A) Sciogliere le camere e andare subito a nuove elezioni con qualsiasi legge elettorale
31%
B) Dare l'incarico per formare un nuovo governo, per riscrivere la legge elettorale e poi andare a elezioni
54%
C) Dare l'incarico per formare un nuovo governo che duri fino al 2018, alla fine della legislatura
15%

Se venisse incaricato un nuovo presidente del Consiglio, chi vorresti che fosse?


A) Matteo Renzi (bis)
12%
B) Pier Carlo Padoan
8%
C) Graziano Delrio
7%
D) Pietro Grasso
20%
E) Laura Boldrini
9%
F) Altro
43%

Oltre alla legge elettorale, quali sono le tue priorità prima delle prossime elezioni?


A) Creare nuovi posti di lavoro e combattere la precarietà
29%
B) Abbassare la pressione fiscale ed eliminare l'evasione
26%
C) Avere pensioni più giuste e superare la legge Fornero
24%
D) Mettere in sicurezza il Paese dal rischio sismico e idrogeologico
14%
E) Altro
7%

COMMENTI

"In Italia manca un equo criterio distributivo. Il Paese ha grandi potenzialità  ma deve essere rimesso in moto il motore sociale della nazione: scuola, ricerca, innovazione e lavoro.”
Federico S.

"Per fortuna, almeno la Costituzione è salva in Italia! Ora attuiamola del tutto nei suoi principi fondamentali, prima di pensare magari a cambiarla di nuovo"
Valerio M.

"L'Italia in questo momento ha bisogno di avere una stabilità economica, lavoro, sanità, scuola e pensioni eque. Da dove vogliate incominciare va bene.”
Carmela G.

“Ho fiducia in Sergio Mattarella e spero proprio che riesca a trovare una soluzione che consenta all'Italia di recuperare stabilità e prestigio.”
Gabriella V.

“Promuovere la lotta contro le diseguaglianze e contro i privilegi. Investire denaro pubblico in infrastrutture e per il progressivo riassestamento del territorio, anche urbano. Investire per generare consapevolezza sui diritti di base e per difenderli."
Michele F.

"Ridistribuire la ricchezza, eliminare le sperequazioni, ridare slancio all'economia per uscire dalla stagnazione con ogni mezzo, ridurre il divario tra chi ha un lavoro dipendente pubblico e tutelato e chi deve inventarsi il futuro ogni mattina con la paura di non farcela. Incentivare i comportamenti virtuosi e responsabili."
Angelo P.

“I problemi sistemici dell'Italia sono la corruzione endemica, la criminalità  organizzata e l'evasione fiscale astronomica. Risolvere, almeno in parte, questi problemi porterebbe una serie di miglioramenti strutturali in campo sociale, economico, ecologico. Credo che Progressi dovrebbe dedicarsi completamente a sostenere questi temi”.
Davide D.

SOSTIENI PROGRESSI LANCIA LA TUA CAMPAGNA